Facebook Youtube Twitter
Home   »   Dogliani, Festival della ...

Dogliani, Festival della Tv e dei nuovi Media: Verità, Fake news e manipolazione

Festival TV

Frontiere. Tema del prossimo Festival di Dogliani (4-7 maggio) a cui sarà presente la FNOMCeO. Il festival anche quest’anno annovera ospiti di successo e un allestimento molto ricco: 2 piazze dedicate, 60 incontri, più di 100 ospiti tra cui il Ministro dell’Economia e quello dell’Istruzione, l’editore Carlo De Denedetti, il Direttore generale della Rai Campo Dall’Orto, e molti noti giornalisti, Enrico Mentana, Mario Calabresi, Lilli Gruber, Gad Lerner …

Frontiere ma anche soglie, barriere, muri cioè potenziali luoghi di transizione  o inceppamento di domande e risposte, informazione e manipolazione, verità e falsità.

Queste le grandi questioni che oggi riguardano medici e cittadini e a cui FNOMCeO vuole tentare di dare una risposta attraverso strumenti utili per l’informazione e la formazione. Sarà questo infatti il senso della sua presenza con un incontro- convegno (previsto per il sabato 6 pomeriggio 15-18 e accreditato per medici e giornalisti) sul tema “Mitologia della salute e false argomentazioni: l’era delle bufale”. Ne discuteranno il Presidente FNOMCeO Roberta Chersevani, il coordinatore Area Strategica Comunicazione Cosimo Nume insieme a molti giornalisti e studiosi tra cui Silvia Bencivelli (Giornalista RaiTre), Michele Mirabella (Giornalista Rai), Andrea Grignolio (Professore di Storia della Medicina a La Sapienza), Roberto Burioni (San Raffaele Milano), Sergio Della Sala (neuro scienziato dell’Università di Edimburgo).

Prevista anche una tavola rotonda in cui verrà lanciato il progetto FNOMCeO sulle fake news in Medicina. A presentare questa importante iniziativa Alessandro Conte che illustrerà obiettivi e strategie di un “dispositivo di comunicazione” pensato per medici e cittadini. Accanto a lui il Presidente dell’Ordine dei Medici di Torino Guido Giustetto e il Presidente CAO Torino Gianluigi D’Agostino. Una voce interessante sarà rappresentata anche dai blogger esperti di debunking.

“Molto prima che fosse di moda -spiega Alessandro Conte- prima ancora dei titoli di giornale e degli speciali nei talk-show, la FNOMCeO aveva sentito l’esigenza di affrontare l’attualissimo problema della circolazione incontrollata di notizie antiscientifiche, in molti casi volutamente fuorvianti, in molteplici ambiti della rete, in particolare sui social network. Queste notizie, condivise in maniera spesso acritica, sono la punta dell’iceberg di un vero e proprio problema di salute pubblica, le cui più pericolose manifestazioni rimbalzano in questi giorni sui telegiornali”.

“Dobbiamo puntare al più rigoroso rispetto della correttezza e della coerenza nei processi di fact-checking ma anche ad ogni possibile sforzo perché l'attendibilità delle fonti sia messa a disposizione di platee le più ampie possibili, utilizzando anche terminologie e tecniche comunicative moderne e "commestibili" per chiunque- spiega Cosimo Nume.

L’idea di un sito istituzionale che aggregasse falsi miti, argomentazioni fallaci e vere e proprie bufale è nato come scommessa dell’istituzione: per una informazione nuova, rimodulata a partire da un linguaggio originale che tenesse conto anche dei bisogni e delle aspettative dei cittadini, ma che cercasse, con un’informazione equilibrata e documentata scientificamente, di diffondere una corretta conoscenza sulla salute. La tutela dei cittadini è quindi alla base di un progetto che – unico nel suo genere – impegna l’istituzione sanitaria nell’elaborazione di modelli di comunicazione nuovi, più attenti, più diretti e comprensibili.
Accorciare le distanze nel linguaggio per lavorare sulla semplicità, seppur rigorosa, di una informazione e formazione rivolta a cittadini e colleghi. Da qui può iniziare la tutela della salute pubblica. Così potremmo riassumere lo spirito del progetto di Luigi Conte scomparso prematuramente lo scorso febbraio. Rimangono però solide e radicate le sue parole così come il suo impegno deontologico e l’ideale di un’istituzione sempre più sensibile “alla prossimità”, alla vicinanza.

Costruiamo ponti e non alziamo muri ed è questa la prospettiva dalla quale una professione serie e responsabile come la nostra si pone nell’affrontare i bisogni emergenti della sanità”, Luigi Conte

*Progetto MediaFNOMCeO

Foto originale Unsplash.com JJ Thompson


Ufficio Stampa FNOMCeO

Articolo pubblicato in: Evidenza Home 2015 News ed eventi

Via Ferdinando di Savoia 1 00196 ROMA    CF: 02340010582

Copyright 2012 FNOMCeO, tutti i diritti riservati.