Facebook Youtube Twitter
Home   »   Epidemiologia, media e od...

Epidemiologia, media e odontoiatria

Strumenti Odontoiatri

Si svolgerà giovedì 6 luglio, dalle 14,00 alle 18,00, presso la Sede della Fnomceo, in Via Ferdinando di Savoia 1 a Roma, il Corso di aggiornamento per giornalisti “Epidemiologia, media e odontoiatria: dai dati numerici alla prevenzione”. Per il corso, gratuito, è stato richiesto l’accreditamento nell’ambito del Programma di Formazione Professionale Continua dell’Ordine dei Giornalisti (crediti in fase di attribuzione).

Nell’ambito del corso – organizzato dalla Commissione Albo Odontoiatri (Cao) della Fnomceo in partnership con Eaci (European Association on Consumer Information), Gruppo di Specializzazione della Federazione Nazionale Stampa Italiana -  sarà presentata la ricerca “Quale prevenzione in Odontoiatria”, un’indagine sulle abitudini in fatto di igiene orale degli italiani, promossa dal Cenacolo Odontostomatologico Italiano COI-AIOG e realizzata da Odontoiatria33.

“Dai dentisti sentinella” per la prevenzione del carcinoma della bocca, al progetto “osteonecrosi  e difosfonati”, dall’odontoiatria sociale, alla lotta contro l’abusivismo e la pubblicità scorretta: sono molti i progetti in termini di prevenzione che la Cao Nazionale, e ora gli Stati Generali dell’Odontoiatria, stanno portando avanti, anche in collaborazione con il Ministero della Salute – spiega il Presidente della Cao nazionale, Giuseppe Renzo -. Ma da soli non possiamo farcela: in questa lunga battaglia per la salute, vogliamo chiamare a raccolta tutti i giornalisti, quelli che specificamente si occupano di sanità, ma anche quelli che, dai quotidiani, dalle tv, dalle radio, ogni giorno raggiungono i nostri pazienti. È un percorso che nasce da lontano e che ancor più lontano può portare, perché affonda le sue radici in un terreno comune, quello dei diritti costituzionalmente protetti alla tutela della salute e all’informazione libera e trasparente”.

Epidemiologia, media e  odontoiatria: dai dati numerici alla prevenzione.

Sede Fnomceo, Via Ferdinando di Savoia 1,  00196 Roma

Partecipanti: 20-60

GRATUITO

Giovedì 6 luglio 2017

Ore 14,00 – 18,00

Crediti richiesti: 4



Rationale

La battuta di antica memoria “Se fossi stato bravo in matematica, non avrei fatto il giornalista” è oggi più che mai anacronistica: un giornalista che non abbia dimestichezza con i numeri, ma soprattutto che non segua un approccio e un metodo scientifico,  non raggiunge appieno l’ubi consistam della sua professione e il ruolo pubblico che è chiamato a ricoprire.

E ancor più il dato – e la sua corretta interpretazione - diventa importante quando parliamo di salute. Se, infatti, come afferma il giornalista Gregg Easterbrook, “Se torturi i numeri abbastanza a lungo, confesseranno qualsiasi cosa”, il rischio è proprio quello di manipolare i dati fino a far dire loro il contrario di quello che in realtà significano. Nel suo libro “Le due teste del tiranno”, il chimico e scrittore Marco Malvaldi, partendo dalle statistiche su morbilità, mortalità e guarigioni, arriva a una bizzarra conclusione, quella per cui “andare a Lourdes porta male”.  Ironie a parte, i numeri, se interpretati in modo distorto – anche solo per ingenuità – possono portare a decisioni sbagliate di politica sanitaria; d’altra parte, se correttamente utilizzati e comunicati, diventano base solidissima e incontrovertibile per strategie a favore della salute pubblica e dei singoli.

Per questo, come sempre ripetiamo, è opportuno che i giornalisti che si occupano di queste delicate tematiche abbiano una specifica formazione.

Inauguriamo, con questo della Commissione Albo Odontoiatri della Fnomceo – durante il quale sarà presentata la ricerca  “Quale  Prevenzione in Odontoiatria” – il primo di una serie di corsi sull’epidemiologia e sull’uso delle indagini statistiche per il giornalismo sanitario. Perché in ogni ambito dell'attività giornalistica – e soprattutto quando si parla di salute, come le vicende di attualità insegnano – c’è sempre più bisogno di competenze alte e specializzate.

Simona Dainotto Presidente Eaci
(European Association on Consumer Information) – Gruppo di specializzazione Fnsi



L'evento si propone di esaminare e approfondire un importante argomento: quello della prevenzione in Odontoiatria.

 "Quale  Prevenzione in Odontoiatria" è infatti il titolo di un’indagine effettuata su campioni rappresentativi  di  odontoiatri e di cittadini. I dati raccolti saranno oggetto di considerazioni e riflessioni da parte di esponenti della professione odontoiatrica,  di rappresentanti di associazioni dei consumatori, di giornalisti.  Oggi infatti si parla tanto  di prevenzione, ma a volte in maniera troppo superficiale e astratta. Il sistema sanitario attuale poi, sempre dal punta di vista odontoiatrico, non soddisfa assolutamente l'aspetto prevenzione,  ignorando le ricadute sulla collettività in termini di danni alla salute e di costi economici. Fare prevenzione - e  formare i cittadini/pazienti su come farla  in prima persona - è e deve essere un  impegno prioritario,  e in  questo è fondamentale il ruolo della stampa e dei giornalisti. Una corretta gestione dei dati e una informazione  trasparente sono un contributo importante all'azione del clinico  e  del  professionista, sia esso medico che odontoiatra. Inauguriamo quindi con gioia questo percorso da fare insieme per trovare un linguaggio comune, per parlare di salute per la salute dei cittadini.

Maria Grazia Cannarozzo
Presidente nazionale Cenacolo Odontostomatologico Italiano



“Prevenire le patologie del cavo orale, ma anche quelle sistemiche, con guadagni in termini di salute -  del singolo e di tutta la comunità – e notevoli risparmi economici per il paese. Sono molteplici i benefici che si possono ottenere con poche, semplici ma efficaci regole: una visita di controllo dal dentista di fiducia che, opportunamente formato, saprà cogliere in fase più che iniziale l’insorgere di eventuali patologie; una corretta igiene orale; la sorveglianza sui possibili effetti collaterali di alcuni farmaci. E sono proprio  queste le strategie di prevenzione che la Cao Nazionale, e ora gli Stati Generali dell’Odontoiatria, vogliono diffondere da sempre, anche in collaborazione con il Ministero della Salute. Pensiamo – per ricordare solo alcune tra le tante iniziative – ai “dentisti sentinella” per la prevenzione del carcinoma della bocca, al progetto “osteonecrosi  e difosfonati”, all’odontoiatria sociale, ma anche alla lotta contro l’abusivismo e la pubblicità scorretta. Ma da soli non possiamo farcela: in questa lunga battaglia per la salute, vogliamo chiamare a raccolta tutti i giornalisti, quelli che specificamente si occupano di sanità, ma anche quelli che, dai quotidiani, dalle tv, dalle radio, ogni giorno raggiungono i nostri pazienti. È un percorso che nasce da lontano e che ancor più lontano può portare, perché affonda le sue radici in un terreno comune, quello dei diritti costituzionalmente protetti alla tutela della salute e all’informazione libera e trasparente”.

Giuseppe Renzo
Presidente nazionale commissione Albo Odontoiatri della Fnomceo



Modera: Norberto Maccagno, giornalista Direttore Odontoiatria33


Ore 14.00 Saluto Autorità

Roberta Chersevani Presidente Fnomceo

Giuseppe Renzo Presidente CAO

“Medici, Odontoiatri e Giornalisti insieme per la Salute”



Ore 14,30 Antonella Polimeni - Ordinario all'Università "La Sapienza", Direttore del Dipartimento Testa Collo del Policlinico Umberto I di Roma -  PRESIDENTE SIOCMF – Scoietà Italiana Odontostomatologia e Chirurgia Maxillo Facciale

“L’importanza della prevenzione in Odontoiatria per la Salute Pubblica”


Ore 15,00 Maria Grazia Cannarozzo — Presidente Presidente COI AIOG 

“La Ricerca "Quale  Prevenzione in Odontoiatria": dai dati, alla notizia, al paziente”.


Ore 16,00  Laura Filippucci - Project officer expert Area Inchieste Salute di Altroconsumo

“Consumatore o paziente? Le indagini e le inchieste in ambito di salute come strumento di empowerment del cittadino ”


Ore 16,30 Luciano Fassari – Capo Ufficio Stampa Ministero della Salute “La  comunicazione istituzionale e le campagne di prevenzione “


Ore 17,00 Sandro Sanvenero – Segretario Cao nazionale

“Le politiche di prevenzione sanitaria: un costo o un investimento per lo Stato?”


Ore 17,30 Norberto Maccagno

Conclusioni


Ufficio Stampa FNOMCeO

Articolo pubblicato in: Comunicati Evidenza Home 2015 News ed eventi

Via Ferdinando di Savoia 1 00196 ROMA    CF: 02340010582

Copyright 2012 FNOMCeO, tutti i diritti riservati.