31 maggio, Giornata Mondiale senza Tabacco

Da 13 milioni a 11,1 milioni: cala di 1,9 milioni, pari a 3,7 punti percentuali (dal 25,4 al 21,7%) il numero degli italiani che fumano rispetto all’anno scorso. È questo il dato significativo emerso dall’indagine condotta dalla Doxa per conto dell’Istituto Superiore di Sanità (Iss), in collaborazione con la Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori (Lilt) di Milano e l’Istituto Mario Negri e presentata oggi in vista del 31 maggio, Giornata Mondiale senza Tabacco, indetta dall’Oms.

Degli 11,1 milioni di fumatori italiani, 5,9 milioni sono uomini e 5,2 milioni sono donne. Ma sono i maschi fumatori italiani che hanno assestato un colpo al fumo, diminuendo di 5 punti percentuali secchi, dal 28,9% al 23,9%; mentre le signore sono passate dal 22,3 al 19,7%, con un più modesto meno 2,6%. In pratica, quest’anno, è stato annullato il picco inaspettato del 2009 quando, dopo anni di decrescita costante, si era verificato un rialzo (dal 22% del 2008 al 24,4 del 2009). Quest’ anno infatti si è tornati al di sotto della prevalenza di fumatori registrati nel 2008.

Autore: Redazione FNOMCeO

© 2019 - FNOMCeO All Rights Reserved. Via Ferdinando di Savoia, 1 00196 ROMA CF: 02340010582