Aggressioni alle guardie mediche

Interrogazione. Da notizie di stampa si apprende dell’aggressione a mano armata subita da un medico del servizio di guardia medica della asl di Foggia ad opera del paziente che stava visitando presso il suo domicilio; a settembre 2017, a seguito del gravissimo caso siciliano – violenza carnale subita da una dottoressa – la Ministra della salute ha disposto l’attivazione di verifiche ispettive a campione presso i presidi di tutto il territorio nazionale per verificare le condizioni di lavoro degli operatori sanitari durante il servizio di continuità assistenziale (ex guardia medica); le organizzazioni sindacali di rappresentanza dei medici e del personale sanitario hanno a più riprese avanzato richieste e/o proposte relative alla messa in sicurezza delle sedi in cui si svolgono questi servizi e del personale addetto agli stessi. Si chiede quali siano gli esiti della citata attività ispettiva e quali iniziative di competenza il Ministro dell’interno ritenga necessario assumere, con urgenza, per garantire la sicurezza delle sedi e degli operatori del servizio di guardia medica)

Autore: Marcello Fontana - Ufficio Legislativo FNOMCeO

Documenti allegati:

© 2019 - FNOMCeO All Rights Reserved. Via Ferdinando di Savoia, 1 00196 ROMA CF: 02340010582