Al convegno di Brindisi, i dati allarmanti sulle aggressioni in ambito sanitario

Il convegno sulle aggressioni fisiche e verbali nei confronti dei professionisti sanitari, tenutosi a Brindisi sabato 6 aprile, ha rivelato numeri sconvolgenti: da un’indagine svolta da ANAAO/Assomed su 1280 medici, il 65% del personale sanitario ha segnalato minacce, il 66.2% ha denunciato aggressioni verbali, mentre il 33.8% riferisce aggressioni fisiche, con dati elevati al Sud e nelle isole.

All’evento ha partecipato Filippo Anelli, Presidente della Federazione Nazionale dei Medici Chirurghi e Odontoiatri, Arturo Oliva, Presidente OMCeO della provincia di Brindisi, Antonio De Donno, procuratore capo della Procura della Repubblica di Brindisi e Giuseppe Pasqualone, direttore generale dell’ASL.

I dati emersi dalle valutazioni spingono a trovare metodi per aumentare la sicurezza in ambiente sanitario per tutelare i professionisti ed evitare che accada il peggio, come la morte della psichiatra barese, ricordata durante la relazione del Presidente Anelli, per mano di un paziente nel 2013.

 

Autore: Redazione

© 2018 - FNOMCeO All Rights Reserved. Via Ferdinando di Savoia, 1 00196 ROMA CF: 02340010582