Cagliari per due giorni capitale dell’Odontoiatria italiana ed europea

Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici
Chirurghi e degli Odontoiatri

Comunicato Stampa

Cagliari per due giorni capitale dell’Odontoiatria italiana ed europea

Il 21 e 22 settembre l’Assemblea nazionale dei presidenti Cao, i Gruppi di Lavoro, i vertici delle Associazioni europee

La pubblicità sanitaria, le modalità e i limiti dell’esercizio dell’odontoiatria in forma societaria, il dossier formativo nell’Educazione continua in Medicina, le ricadute dell’accordo siglato dalla Federazione nazionale degli Ordini dei Medici chirurghi e Odontoiatri con il Consiglio Superiore della Magistratura e il Consiglio Nazionale Forense per armonizzare i criteri e le procedure di formazione degli Albi dei periti e dei consulenti tecnici tenuti dai Tribunali civili e penali: è un Ordine del Giorno fitto e ‘pesante’ quello dalla prossima Assemblea Nazionale dei Presidenti delle 106 Commissioni Albo Odontoiatri (Cao) degli Ordini italiani, che si riunirà il 21 e 22 settembre a Cagliari. È la prima volta che un’Assemblea dei Presidenti Cao ha sede in Sardegna.

Tra i diciassette punti, anche alcune relazioni sulle rappresentanze estere dell’Odontoiatria italiana, nella Fedcar (Federation of European Dental Competent Authorities and Regulators), nell’Adee (Association for Dental Education in Europe) e nella FDI, la Federazione Dentale Internazionale. A relazionare sull’attività di quest’ultima, ci sarà il presidente Gerhard Seeberger in persona, che fa parte della commissione Albo Odontoiatri dell’Omceo di Cagliari e che discuterà di come la FDI – che rappresenta più di un milione di dentisti in tutto il mondo – rappresenti una grande opportunità per prendersi cura della salute globale dei popoli.

“La Cao nazionale sta imponendosi sempre più come centro gravitazionale dell’orbita professionale italiana ed europea – commenta il presidente della stessa Caonazionale, Raffaele Iandolo -. Questo incontro di Cagliari delineerà lo stato dell’arte della Professione, anche in vista dell’appuntamento di Torino, dove, il 30 novembre e il 1° dicembre, ci sarà un grande Congresso, che riunirà sotto l’egida Cao tutte le componenti della Professione medesima. Al centro del discorso, a Torino, ci saranno tematiche importanti, come la pubblicità e  l’informazione sanitaria, la privacy, la legislazione europea”.

L’Assemblea dei presidenti Cao sarà preceduta, nella mattinata del 21, dalla riunione dei quattro Gruppi di Lavoro, dedicati a ‘Cultura’, ‘Politica’, ‘Relazioni esterne’ e ‘Deontologia, Comunicazione, organizzazione’. A coordinarli, rispettivamente Gaetano Ciancio, Corrado Bondi, Luigi Veronesi, Andrea Senna, presidenti delle Commissioni albo Odontoiatri di Salerno, Bologna, Brescia, Milano, che sono, come tutti i componenti della Cao nazionale, Raffaele Iandolo, appunto, Gianluigi D’Agostino, che è anche Tesoriere Fnomceo, Brunello Pollifrone, Segretario Cao, Alessandro Nisio e Diego Paschina, a disposizione dei 106 presidenti, con i quali hanno instaurato un ‘filo diretto’ telefonico, mettendo a disposizione, in fasce orarie molto ampie, i loro cellulari e il loro tempo.

“Il tempo è un bene prezioso, per tutti e in particolare per gli Odontoiatri, che svolgono per lo più la libera professione – spiega D’Agostino -. Per questo abbiamo voluto metterlo a disposizione di tutti i presidenti, per sottolineare, in maniera concreta ancor prima che simbolica, che il percorso che la Cao ha davanti per il rilancio del ruolo dell’Odontoiatria va fatto tutti insieme”.

Ufficio Stampa Fnomceo
informazione@fnomceo.it
20 09 2018 

Autore: Ufficio Stampa FNOMCeO

© 2019 - FNOMCeO All Rights Reserved. Via Ferdinando di Savoia, 1 00196 ROMA CF: 02340010582