• Home
  • Articoli slide
  • Congresso Cgil, Anelli (FNOMCeO): “Auguri a Maurizio Landini, bene la Bindi su sostegno a SSN”

Congresso Cgil, Anelli (FNOMCeO): “Auguri a Maurizio Landini, bene la Bindi su sostegno a SSN”

Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici
Chirurghi e degli Odontoiatri

“Le nostre congratulazioni e i nostri auguri di buon lavoro a Maurizio Landini, neoeletto Segretario della Cgil con una maggioranza praticamente plebiscitaria. Siamo certi che, sotto la sua guida, il Sindacato troverà unitarietà per tutelare in maniera efficace i diritti dei lavoratori”.

Così il presidente della Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e Odontoiatri (Fnomceo), Filippo Anelli, accoglie la nomina di Maurizio Landini a nuovo Segretario nazionale della Cgil, avvenuta durante il XVIII Congresso, in corso a Bari. Landini ha ottenuto 267 voti a favore, pari al 92,7% dei votanti.

“Nel nostro ordinamento i sindacati sono posti a tutela dei diritti costituzionalmente protetti dei lavoratori e dei cittadini – continua Anelli -. Per la Costituzione, infatti, il lavoro è un principio, fondamento della stessa Repubblica, è un diritto, è un dovere. Secondo i costituzionalisti, cito qui Costantino Mortati, ‘oggetto della tutela costituzionale non è solo la mera sussistenza dei cittadini attraverso il lavoro, ma la garanzia della salute, dell’integrità fisica, dello sviluppo morale della personalità, in modo da offrire al cittadino-lavoratore i mezzi per la maturazione delle attitudini in lui racchiuse, per la comprensione degli interessi che si accentrano in lui e che devono trovare la loro soddisfazione anche al di fuori dell’attività lavorativa’”.

“E proprio per questa valenza del lavoro come garanzia della salute e della piena realizzazione di quello stato di benessere che è preso dall’OMS come sua definizione, che abbiamo ancor più apprezzato le parole pronunciate, proprio al Congresso della Cgil, dall’ex ministro della Salute Rosy Bindi, che ha tenuto una lectio magistralis sui 40 anni del Servizio Sanitario Nazionale” aggiunge ancora Anelli.

“Un Servizio Sanitario Nazionale che l’on. Bindi ha riconosciuto come argine alle disuguaglianze, e come mezzo di attuazione dei principi costituzionali della tutela della salute, dell’uguaglianza, della dignità, della solidarietà – aggiunge ancora Anelli -. Non possiamo che essere d’accordo quando afferma che “Il diritto alla salute è un diritto alla persona che non può essere condizionato al lavoro o alle disponibilità economiche.  La legge 833 che ha istituito il SSN nel 1978 dice una cosa molto semplice: si tutela la salute in maniera universale, perché ciascuno la finanzia secondo le proprie possibilità e ciascuno ne usufruisce secondo il proprio bisogno, non in base a ciò che ha pagato, ai contributi che ha versato, men che meno alle assicurazioni”.

“Allo stesso modo, non possiamo non condividere le sue preoccupazioni sul regionalismo differenziato – chiosa – che ha dato vita ad una maggiore responsabilizzazione soprattutto sui conti ma ci ha fatto assistere a modelli organizzativi molto differenti che spesso hanno rotto la coerenza tra i principi e i modelli, rompendo la continuità e l’integrazione, e l’invito a presidiare i Lea”.

“Come Fnomceo, insieme anche ai Sindacati medici, che ieri abbiamo incontrato, ci uniamo senz’altro a questo invito – conclude – che estendiamo a quello di tutelare la sostenibilità del nostro Servizio Sanitario Nazionale, i suoi principi di universalità, equità e giustizia e quelli, ispiratori, della nostra Costituzione”.

Ufficio Stampa Fnomceo
informazione@fnomceo.it
Comunicato  del 25 gennaio 2019

Autore: Ufficio Stampa FNOMCeO

© 2019 - FNOMCeO All Rights Reserved. Via Ferdinando di Savoia, 1 00196 ROMA CF: 02340010582