Cronicità e carenza di medici: Marinoni a Bergamo tv

Il Presidente dell’Ordine dei medici e degli odontoiatri di Bergamo, Guido Marinoni, ieri (primo maggio) è stato ospite del programma “Fattore Bergamo: la salute”, condotto da Alberto Ceresoli. Il tema della puntata è stato la carenza dei medici in Italia.

Marinoni ha esordito spiegando come la situazione a Bergamo sia particolarmente drammatica: nella medicina di famiglia, infatti, sono sempre stati inseriti meno medici che nel resto d’Italia. E il problema adesso riguarda anche gli ospedalieri. Una criticità enorme soprattutto in vista dell’applicazione in Lombardia della riforma sulla cronicità. “Si rischia il flop”, ha avvertito il Presidente.

Ascolta l’intervento di Marinoni

“I laureati in medicina non mancano: in Italia si laureano circa 9000 medici all’anno, ma di questi soltanto 7000 accedono alle scuole di specializzazione o al corso di formazione specifica in medicina generale”, ha proseguito. “Rimangono dunque 2000 laureati, che spesso decidono di emigrare all’estero. Da qui la carenza di medici: con la semplice laurea è possibile fare al massimo qualche sostituzione, si è condannati a un precariato perenne”.

Come risolvere il problema? “Incrementando le borse di studio, per esempio”, ha proposto Marinoni. “In Lombardia, con 200 borse di studio invece delle 160 attuali, si arriverebbe a un medico ogni 2000 abitanti. Dunque, si tratterebbe di 40 borse di studio in più all’anno da erogare fin quando non si completa il ricambio generazionale, e per le quali non occorrono cifre esorbitanti”.

Intanto i primi a pagarne le conseguenze sono i cittadini. “Diminuendo i medici, si riduce anche la dimensione d’ascolto e il rapporto diretto medico-paziente. Inoltre, gli abitanti delle aree lontane, difficilmente raggiungibili, si ritrovano senza medici e sono costretti a recarsi nei centri più grandi, dove gli ambulatori sono già affollati. Con un sistema così potremo reggere al massimo cinque o sei anni”, ha concluso.

Autore: Redazione

© 2019 - FNOMCeO All Rights Reserved. Via Ferdinando di Savoia, 1 00196 ROMA CF: 02340010582