Dottore, ma è vero che… Sospendendo i brevetti avremmo più vaccini?

All’inizio di maggio, gli Stati Uniti hanno colto di sorpresa il mondo intero quando hanno annunciato l’intenzione di sostenere un’esenzione dalle norme che regolano la proprietà intellettuale e che proteggono i vaccini. Norme che sono state definite dall’Organizzazione Mondiale del Commercio. La sospensione dei brevetti sui vaccini contro Covid-19 consentirebbe a ciascuna nazione di produrli senza il consenso delle aziende farmaceutiche titolari del brevetto.

“Questa è una crisi sanitaria globale e le circostanze straordinarie della pandemia Covid-19 richiedono misure straordinarie”, ha detto Katherine Tai, rappresentante degli Stati Uniti per il Commercio. “L’obiettivo dell’amministrazione è quello di fornire il maggior numero di vaccini sicuri ed efficaci a quante più persone il più velocemente possibile”. A Tai ha fatto eco il direttore dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, Tedros Ghebreyesus, che ha definito il pronunciamento del Presidente Joe Biden “un momento monumentale della lotta a Covid-19” e un passo straordinario verso l’equità delle cure.


Leggi la nuova SCHEDA di Dottoremaeveroche, il sito della Federazione degli Ordini dei Medici (Fnomceo) per una buona informazione sulla salute.

Autore: Redazione

© 2019 - FNOMCeO All Rights Reserved. Via Ferdinando di Savoia, 1 00196 ROMA CF: 02340010582