Essere #Umani nella nuova campagna di Medici Senza Frontiere

Umanità, sostegno, aiuto incondizionato. Sono le tre parole chiave della nuova campagna di Medici Senza Frontiere (Msf), che pone al centro le emozioni che accomunano tutti gli esseri umani e che ogni giorno provano i pazienti e gli operatori sanitari che operano nei contesti di crisi: dolore, rabbia, paura, gioia e speranza. Il titolo della campagna – diffusa in concomitanza con i 25 anni di Msf in Italia – è #Umani; titolo che riporta all’essenza dell’azione umanitaria, invitando tutti a riscoprire il naturale istinto all’aiuto, perché le persone appartengono tutte a un unico genere: quello umano.

“In un momento in cui l’idea stessa di solidarietà è messa a rischio – dai contesti di guerra dove gli aiuti diventano bersaglio, fino al nostro Paese dove chi aiuta può finire sotto accusa – #Umani riporta al centro l’atto umanitario nella sua essenza, quella dell’aiuto incondizionato, che non fa differenze, che muove da persona a persona”, dichiara Loris De Filippi, presidente di Medici Senza Frontiere. Per questo l’appello finale è ‘Sosteniamoci’. È un invito all’umanità e al sostegno reciproco, oggi necessario più che mai”.

Medici Senza Frontiere è impegnata dal 1971 nell’offrire cure mediche a milioni di persone che vivono in contesti di crisi – guerre, epidemie, disastri naturali, esclusione dall’assistenza sanitaria – senza alcuna discriminazione di provenienza, religione o credo politico.

La campagna #Umani è stata realizzata dall’agenzia Impronta, con la voce di Francesco Prando. L’immagine dell’abbraccio è stata donata dal fotografo Jan Banning e raccolta, come le altre emozioni, nei progetti di Msf sul campo.

Guarda lo spot:

 

Fonte:

Redattoresociale.it

Autore: Redazione

© 2018 - FNOMCeO All Rights Reserved. Via Ferdinando di Savoia, 1 00196 ROMA CF: 02340010582