• Home
  • Articoli slide
  • Fondo sanitario nazionale 2018, soddisfazione Fnomceo per finanziamento borse “Ora attendiamo atti amministrativi per fruizione immediata”

Fondo sanitario nazionale 2018, soddisfazione Fnomceo per finanziamento borse “Ora attendiamo atti amministrativi per fruizione immediata”

Arriva finalmente il sì delle Regioni ai 40 milioni di euro che – accantonati dalle quote vincolate agli obiettivi di Piano del Fondo Sanitario nazionale – andranno a finanziare 860 borse di studio annue per i medici di medicina generale e 58 contratti di specializzazione.

La Conferenza delle Regioni e delle Province autonome ha infatti dato il via libera sulla ripartizione del Fondo Sanitario 2018: complessivamente 110,1 miliardi di euro, in gran parte per il così detto fondo indistinto, a cui bisogna aggiungere 1,1 miliardi di euro per i fondi vincolati agli obiettivi del piano sanitario e circa 400 mila euro destinati ad altri obiettivi, tra cui i 40 milioni per la formazione dei medici. Gli accordi sono ora all’esame della Conferenza Stato-Regioni, attualmente in corso.

Ribadiamo la nostra soddisfazione per questo intervento, che è segno di una rinnovata attenzione del Governo e delle Regioni per la formazione dei nostri medici e per una programmazione sanitaria che riesca a tamponare la grave carenza di medici di medicina generale e di specialisti prevista per l’immediato futuro – commenta il presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei medici Chirurghi e degli Odontoiatri (Fnomceo), Filippo Anelli -. È il frutto di un percorso che ha visto protagonista la Federazione: lo studio di modalità per finanziare borse aggiuntive per i medici è stata infatti al centro sia del primo incontro, il 2 febbraio, del nuovo Esecutivo con l’allora Ministro Beatrice Lorenzin e il suo Capo di Gabinetto Giuseppe Chinè, sia del primo colloquio ufficiale, avvenuto pochi giorni fa, con il Ministro Giulia Grillo e il suo Capo di Gabinetto Alfonso Celotto. Ringraziamo dunque chi ha avviato il percorso e chi lo ha portato a buon fine”.

“ Ora attendiamo ansiosi di conoscere gli atti amministrativi che permetteranno ai nostri giovani colleghi di fruire immediatamente delle borse, come del resto previsto dall’Intesa Stato-Regioni che sarà sancita oggi – conclude Anelli – Sulla specialistica, in considerazione dei tempi del bando, sollecitiamo l’istituzione di un Tavolo che valuti nuovi criteri sia per l’attribuzione, sia per il recupero delle borse ‘abbandonate’, per rinuncia o per mancata assegnazione, che ogni anno vanno perse e che potrebbero invece essere riutilizzate” .    

 

 

Autore: Redazione

© 2019 - FNOMCeO All Rights Reserved. Via Ferdinando di Savoia, 1 00196 ROMA CF: 02340010582