Gli effetti del Covid sui medici e la società: al via la decima edizione di Venezia in Salute 2020

Effetto Covid: quale domani per i medici e quale per la società? È questo l’interrogativo che cercherà di sciogliere la decima edizione di Venezia in Salute 2020 (VIS2020), l’iniziativa organizzata ogni anno dall’OMCeO lagunare – col suo braccio operativo culturale la Fondazione Ars Medica – in collaborazione con il Comune di Venezia, in programma quest’anno il 16 e il 17 ottobre con il titolo “Venezia in Salute al tempo del Covid”.

«Un’edizione assolutamente straordinaria – ha spiegato il presidente dell’Ordine e vice FNOMCeO Giovanni Leoni presentando l’iniziativa oggi alla stampa – che abbiamo dovuto adattare alla situazione contingente e che si svolgerà tutta sul web. Quest’anno dobbiamo evitare gli assembramenti e, a malincuore, dobbiamo rinunciare al tradizionale incontro in piazza con i cittadini e con gli enti e le associazioni del mondo sanitario. Però volevamo esserci: il Covid, la sua evoluzione, le ricadute sulla nostra categoria e sui pazienti, infatti, sono stati oggetto di una profonda riflessione in questi mesi».

Una riflessione scaturita dall’innovativo progetto P.E.S.C.O. (Per Essere Sempre Con Orgoglio), un corso di formazione avanzata che, durante l’estate per 10 settimane, ha visto la partecipazione di una cinquantina di medici, a confronto sulla situazione professionale e umana che stavano vivendo. «Da anni – ha sottolineato il vicepresidente dell’Ordine Maurizio Scassola, ideatore del progetto con Marco Ballico – lavoriamo per rompere l’isolamento del medico, per aprirci al sociale e alla politica. La salvezza e la sicurezza del sistema pubblico si realizzano con il dialogo e il confronto. La classe medica sta soffrendo molto in questo periodo per i carichi di lavoro, ma anche per le ansie che abbiamo come uomini e donne, vivendo a contatto continuo con la sofferenza e ora anche con l’alta possibilità di contagio».

In un mondo fatto oggi soprattutto di immagini, dunque, l’attenzione si è spostata sul recupero e la valorizzazione della parola: dieci – distanza, paura, dolore, tempo, incertezza, identità, passione, responsabilità, incontro, domani – quelle che hanno fatto da filo conduttore nel confronto estivo, sotto la regia di Marco Ballico, medico, psicoterapeuta e coordinatore del Comitato scientifico dell’Ars Medica, e dei colleghi Franco Castelli e Roberto Simeone.

«La pandemia – ha aggiunto il dottor Ballico – ha avuto un grandissimo impatto sull’essere persone e medici, ha stravolto la nostra professione. Abbiamo voluto fare un passo indietro culturale: in una professione sempre più improntata sulla tecnica, tornare alla parola. Per non soccombere alla tecnica, abbiamo usato la tecnologia: per avvicinare i colleghi, conoscerli e riflettere insieme anche in questo tempo sospeso».

Questa esperienza sarà allora alla base del primo dei due convegni organizzati sul web, in programma venerdì 16 ottobre, che replicherà in forma più ristretta il format estivo. Sabato 17, invece, si svolgerà il convegno scientifico vero e proprio, illustrato dai due conduttori tradizionali di Venezia in Salute, Gabriele Gasparini, vicepresidente dell’Ars Medica, che ha portato anche i saluti della presidente Ornella Mancin, e l’assistente sociale Nicoletta Codato.

In un webinar aperto a tutti – ma a cui si può partecipare solo previa iscrizione obbligatoria sul sito dell’Ordine (www.ordinemedicivenezia.it) – i protagonisti saranno il virologo Giorgio Palù, che approfondirà lo stato attuale della pandemia e le prospettive future sotto il profilo medico e sanitario, e il professor Luigi Vero Tarca, filosofo di Ca’ Foscari da tempo al fianco dell’Ordine nelle sue riflessioni, che analizzerà l’impatto del Covid sulla società e sul modo di vivere quotidiano.

Dimensione, poi, anche nazionale per VIS grazie alla presenza del presidente FNOMCeO Filippo Anelli, di Alberto Oliveti, numero uno dell’Enpam e dell’OMS con Christine Brown, capo dell’Ufficio europeo per gli investimenti, la salute e lo sviluppo, tutti enti che patrocinano Venezia in Salute.

Durante le due giornate saranno anche trasmesse delle pillole video, realizzate dal videomaker Enrico Arrighi, con le preziose testimonianze di molti operatori sanitari dell’Ulss 3 Serenissima e dell’Ulss 4 Veneto Orientale, attivi durante l’emergenza sanitaria. «Testimonianze – ha sottolineato il dottor Gasparini mostrandone una come esempio – che vanno dai direttori generali agli ospedalieri, dai medici di famiglia ai giovani attivi nelle USCA agli odontoiatri, qualcuno che ha vissuto il Covid anche in prima persona. Questi video saranno una preziosa memoria storica per il futuro».

Accanto all’Ordine anche per questa edizione il Comune di Venezia e le due aziende sanitarie del territorio, l’Ulss 3 Serenissima e l’Ulss 4 Veneto Orientale. «Quest’anno – ha sottolineato l’appena riconfermato assessore alla Coesione sociale Simone Venturini – è stato un anno particolare per tutto, anche per VIS. Questa bella collaborazione con l’Ordine deve continuare perché insieme mettiamo a disposizione del territorio tante attività e conoscenze, con una capillarità importantissima. Questo programma di VIS ci consente di fare delle riflessioni anche sul periodo che stiamo vivendo e che ci chiama tutti a reinventarci».

Un ringraziamento sincero a tutti i medici e gli operatori sanitari che «sono stati vicini ai cittadini e hanno dato un contributo eccezionale» è arrivato infine dal direttore sanitario dell’Ulss 3 Michele Tessarin. «Abbiamo capito – ha sottolineato – che c’è una necessità forte di integrare territorio e ospedale. Ci sono la volontà e la necessità di continuare su questo percorso, che ha bisogno di una spinta ulteriore. Dobbiamo tenere altissima la guardia e sarà forse necessario, nel post epidemia, ripensare l’organizzazione e i servizi. I prossimi non saranno mesi facili, dobbiamo essere prontissimi. Ma ai pazienti vogliamo dire: noi ci siamo sempre stati e ci saremo sempre».

Venezia in Salute 2020 – “Venezia in Salute al tempo del Covid”

Venerdì 16 ottobre 2020, ore 17, convegno satellite: Effetto Covid, quale domani per i medici?

Sabato 17 ottobre 2020, ore 9.30, convegno scientifico: Effetto Covid, quale domani per la società?

Venezia in Salute è un’iniziativa organizzata dall’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri della Provincia di Venezia con la sua Fondazione Ars Medica, in collaborazione con il Comune di Venezia e il patrocinio di FNOMCeO, Enpam, Ulss 3 Serenissima, Ulss 4 Veneto Orientale, Rete OMS – Città Sane.

Per info e iscrizioni ai convegni (obbligatorie): https://www.ordinemedicivenezia.it/news/eventi-e-congressi/venezia-salute-al-tempo-del-covid

Ringraziamo per la disponibilità i testimoni di Venezia in Salute 2020:

  • Teresa Berera e Sara Romano, Pronto Soccorso Ospedale dell’Angelo, Ulss 3 Serenissima
  • Emanuela Maria Blundetto, Medico di Medicina Generale
  • Carlo Bramezza, Direttore Generale, Ulss 4 Veneto Orientale
  • Lucio Brollo, Direttore U.O.C. Medicina, Ospedale di Jesolo (già Ospedale Covid), Ulss 4 Veneto Orientale
  • Giuseppe Dal Ben, Direttore Generale, Ulss 3 Serenissima
  • Maurizio Franchini, U.O.C. Medicina, Ospedale di Jesolo (già Ospedale Covid), Ulss 4 Veneto Orientale
  • Giorgio Fullin, Anestesia e Rianimazione, Ospedale dell’Angelo, Ulss 3 Serenissima
  • Giovanni Leoni, Presidente OMCeO Venezia e Vicepresidente FNOMCeO
  • Giuliano Nicolin, Presidente CAO OMCeO Venezia
  • Sandro Panese, Direttore U.O.C. Malattie Infettive, Ulss 3 Serenissima
  • Daniele Petta e Martina Ogunleye, Medici USCA attivi a Sottomarina
  • Carlo Pianon, Presidente Lilt Venezia
  • Luigi Polesel, Presidente I.P.A.V. (Antica Scuola dei Battuti)
  • Gloria Scarpa, Presidente Associazione Diabetici di Venezia e Mestre “Flavio Virgili”
  • Fabio Toffoletto, Direttore Anestesia e Rianimazione, Ospedale di San Donà di Piave, Ulss 4 Veneto Orientale
  • Francesco Zambon, Coordinatore della Rete OMS, Regioni per la Salute, Ufficio europeo per gli investimenti, la salute e lo sviluppo
  • Andrea Zornetta, Dentista a Mirano

Autore: Redazione

© 2019 - FNOMCeO All Rights Reserved. Via Ferdinando di Savoia, 1 00196 ROMA CF: 02340010582