Il presidente FNOMCeO Filippo Anelli sugli operatori sanitari non vaccinati

“Un’iniziativa di questo genere ribadisce la nostra ferma determinazione nel dire che la vaccinazione è lo strumento più efficace per uscire dal covid”.
Così il presidente della Fnomceo, la Federazione degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri, presenta le azioni messe in campo per applicare al meglio le nuove norme sulle sospensioni per gli operatori sanitari non vaccinati, previste dal Dl 172 del 26 novembre scorso. Lo fa in un video che andrà in onda nel prossimo numero di Fnomceo Tg Sanità.

“Un medico non vaccinato, se non per motivi di salute, dovrà essere sospeso e lo farà il suo Ordine – spiega Anelli -. Lo farà attraverso una serie di interventi che stiamo coordinando con il Ministero della Salute, insieme alle altre professioni sanitarie. La Federazione sarà protagonista perché interrogherà la piattaforma nazionale sui green pass da cui estrarrà i nominativi di coloro che non sono vaccinati e li invierà ai singoli Ordini”.
“Agli Ordini daremo anche il modulo per chiedere ai medici, nei 5 giorni previsti dalla legge, di indicare le motivazioni della non vaccinazione – conclude Anelli -. Poi gli Ordini procederanno alle sospensioni”.

Autore: Redazione

© 2019 - FNOMCeO All Rights Reserved. Via Ferdinando di Savoia, 1 00196 ROMA CF: 02340010582

Impostazioni dei Cookie.