• Home
  • News
  • L’Omceo di Vibo Valentia dice no alla violenza

L’Omceo di Vibo Valentia dice no alla violenza

Il Consiglio dell’Ordine dei Medici si è riunito in seduta straordinaria a seguito della notizia della grave aggressione nei confronti del Dr. Fortunato Carnovale, Medico Igienista del Dipartimento di Prevenzione, perpetrata con sconsiderata brutalità e inaudita violenza procurandogli gravi lesioni personali.

Il Consiglio dell’Ordine denuncia veementemente, esprimendo solidarietà e vicinanza al Collega, per la grave aggressione ingiustamente e proditoriamente subita, nello svolgere con impegno e dedizione, la sua attività professionale di verifica e controllo igienico sanitario anche a difesa della incolumità e salute dei cittadini.

Nel corso della seduta i Consiglieri dell’Ordine dei Medici, prendendo spunto da questo grave e spropositato gesto delittuoso, ha evidenziato come in quest’ultimo periodo continuano e si perpetuano a ritmo crescente le aggressioni gratuite, ingiustificate, proditorie nei confronti dei medici operanti a vario livello, fra cui anche ultima e gratuita violenza subita dai sanitari del al Pronto Soccorso dell’Ospedale “Jazzolino”.

Il Consiglio dell’Ordine rileva che queste forme di violenza inaudita e ingiustificata, si verificano con sempre maggiore frequenza e con gravi ripercussioni per l’incolumità personale e collettiva del personale medico, infermieristico o di assistenza che opera con professionalità, impegno, indefessamente e con spirito di abnegazione.

Pertanto questo Consiglio dell’Ordine esprime una vibrata protesta e di condanna per tali immotivate, immeritate e ingiustificate aggressioni nei confronti dei medici, a volte da etichettare come atti di grave e inaudita violenza che non trovano alcuna giustificazione in uno stato di diritto.

Inoltre questo Consiglio, rivolge un invito alle Istituzioni politiche, religiose e sociali, alle Associazioni di Volontariato ai Mass media a tutti i cittadini a vigilare, per prevenire, impedire e denunciare queste gravi forme di violenza personale, perpetrata soprattutto nei confronti di Medici che operano e prestano la loro attività professionale clinica, diagnostica nei Pronto Soccorso dei P.O., sulle Autoambulanze del 118, nelle Postazioni di C.A., negli Ambulatori Specialistici e di Medicina Generale o nelle visite ispettive di verifica e controllo nei luoghi di lavoro pubblici o privati.

Infine questo Consiglio auspica che le Forze dell’Ordine, celermente consegnino alla giustizia gli autori della proditoria, inqualificabile e grave violenza subita dal Dr. Fortunato Carnovale.

Autore: Redazione FNOMCeO

© 2019 - FNOMCeO All Rights Reserved. Via Ferdinando di Savoia, 1 00196 ROMA CF: 02340010582