• Home
  • News
  • Medici del “Sol Levante” in Italia: terzo incontro con la FNOMCeO

Medici del “Sol Levante” in Italia: terzo incontro con la FNOMCeO

Dopo la visita dei rappresentanti della Japan Medical Association nel 2007 e nel 2009, il Prof Nobuo Koinuma, leader del gruppo di ricerca sulla formazione dei medici inviato del Ministero della Salute, del Lavoro e del Welfare giapponese insieme al dr. Hiroshi Matsumura, funzionario del Ministero nipponico ed al suo assistente dr. Tomoaki Ogata hanno chiesto un incontro con i rappresentanti della FNOMCeO e del Ministero della Salute italiano, al fine di indagare l’attuale situazione italiana in relazione all’istruzione e alla formazione dei professionisti della salute, nonché quello di studiare le implicazioni politiche relative al fabbisogno di medici.

In Giappone, infatti, stanno cercando di risolvere il grave problema di una carenza di medici. Le loro preoccupazioni riguardano:
a) il superlavoro dei medici;
b) il rischio di malpractice;
c) l’ insoddisfazione dei pazienti.

Una soluzione da loro valutata è, nel corso dei prossimi 10 anni , cercare di aumentare il numero di studenti di medicina, che necessariamente richiederebbe la fondazione di nuove scuole mediche. Tuttavia, alcuni stakeholder giapponesi sono del parere che l’aumento del numero di medici creerà una surplus di medici a causa della crisi demografica prevista negli anni a venire.

Il dr. Amedeo Bianco, il dr. Luigi Conte e il dr. Nicolino D’Autilia per la FNOMCeO e il dr. Giovanni Leonardi per il Ministero della Salute italiano hanno illustrato la realtà italiana riguardo la formazione dei medici e degli specialisti, l’iscrizione alle Facoltà e agli Ordini provinciali, le politiche adottate nel corso degli ultimi anni relativi alla programmazione all’accesso alle Facoltà in relazione ai fabbisogni di medici e di specialisti nelle singole Regioni, le prospettive future con uno sguardo attento alle nuove norme sul pensionamento dei medici nel settore pubblico, la situazione attuale nei Paesi europei alla luce delle direttive sulla libera circolazione dei pazienti, dei professionisti nonché quella dei diritti dei pazienti nelle cure transfrontaliere e della legislazione comunitaria in materia di orario di lavoro.

Al termine della giornata, la delegazione giapponese ha ringraziato per l’incontro e si è detta convinta che le informazioni ricevute saranno di aiuto per assumere una decisione più informata al fine di soddisfare una domanda di cura sempre più attenta e a fornire un sistema sanitario efficace ed efficiente. 

Autore: Redazione FNOMCeO

© 2019 - FNOMCeO All Rights Reserved. Via Ferdinando di Savoia, 1 00196 ROMA CF: 02340010582

Impostazioni dei Cookie.