• Home
  • Medicina di genere
  • AIDM: intervista a Antonella Vezzani e Caterina Ermio sui prossimi eventi legati alla medicina di genere

AIDM: intervista a Antonella Vezzani e Caterina Ermio sui prossimi eventi legati alla medicina di genere

Sono sempre molti gli eventi che l’AIDM propone sulla medicina di genere. Ne parliamo con Antonella Vezzani, Presidente Nazionale e Caterina Ermio, Past President e componente del gruppo di lavoro FNOMCeO “Medicina di Genere”.

Quali i prossimi eventi che proponete ? (AV)

A maggio affronteremo argomenti di genere “insoliti”: “Escursus di genere tra occhio e cervello”. Se cercate e studiate, le differenze di genere si trovano in tutte le discipline e non possono più essere trascurate.

Come si è sviluppato negli anni l’interesse dell’AIDM verso la medicina di genere? (CE)

Crediamo essenziale per il successo dell’assistenza clinica e della scienza traslazionale la consapevolezza da parte di medici e ricercatori che le malattie che stanno trattando e studiando sono caratterizzate da differenze tra donne e uomini in epidemiologia, fisiopatologia, manifestazioni cliniche e risposta al trattamento.

Per questo l’attività dell’AIDM, società scientifica iscritta alla FISM, in questi anni si è rivolta ad una intensa attività di formazione sulla medicina di genere con un coinvolgimento interdisciplinare e trasversale, che riguarda ogni specialità.

Come l’associazione AIDM è diventata provider nazionale? (AV)

L’offerta formativa realizzata dalle sezioni AIDM è andata progressivamente crescendo fino ad ottenere per l’AIDM il riconoscimento di Provider presso l’AGENAS nel 2011. Sono più di 100 eventi/anno realizzati a livello provinciale, regionale e nazionale e per questo l’AIDM si è classificata al quinto posto tra i migliori Provider per attività prodotta nel 2019 nella Classifica delle Società scientifiche e Associazioni professionali. Dal 2020, sospesa l’attività di formazione in presenza, l’AIDM si è accredita anche per la FAD e dall’inizio dell’anno sono stati realizzati circa 30 eventi FAD.

Quali sono i vantaggi delle diverse formule di aggiornamento? (CE)

La modalità FAD offre il vantaggio di una maggiore diffusione sul territorio nazionale degli eventi formativi e facilita la partecipazione di quelle socie che non avrebbero potuto intervenire in presenza. La principale ricaduta di questi congressi realizzati online è la facilità sia di realizzazione che di partecipazione e credo che, anche quando si ritornerà a realizzare eventi in presenza, manterremo la possibilità di partecipazione a distanza.

L’AIDM svolge anche attività informativa sulla medicina di genere rivolta alla popolazione? (AV)

L’AIDM vuole rendere comprensibile a tutti il concetto di medicina di genere. Un esempio è la campagna realizzata a Parma dal titolo: “Medicina di Genere. Che cos’è?” con la realizzazione di vignette di grandi dimensioni esposte sugli autobus della città per richiamare l’interesse dei cittadini e rendere comprensibile il concetto di genere. Inoltre durante l’emergenza pandemica, l’AIDM ha attivato, un numero verde gratuito 800.189.441, con l’intento di fornire un valido sostegno a tutti/e coloro che possano avvertire la necessità di un consiglio specialistico, conservando anche in questo caso una dimensione di genere.

 

A cura di Annarita Frullini


In allegato i programmi dell’evento “Escursus di genere tra occhio e cervello”.

Autore: Redazione

© 2019 - FNOMCeO All Rights Reserved. Via Ferdinando di Savoia, 1 00196 ROMA CF: 02340010582