Medico – paziente: una storia di umanità che diventa un film

È fonte di profonda riflessione la storia che unisce Dabo Mohamed Lamine, ragazzo della Guinea scappato dal proprio paese perchè oppositore del governo, e l’oncologo pugliese Domenico Galetta.

In seguito alla lunga traversata in mare che ha condotto il ragazzo in Italia, la sconvolgente diagnosi di adenocarcinoma polmonare effettuata all’Ospedale Giovanni Paolo II di Bari, fa incrociare le strade di Dabo e del dott. Galetta. L’oncologo si prende cura del ragazzo come se fosse suo figlio, fornendogli la costosa medicina che gli permetterà di curare la malattia di Dabo senza l’uso della chemioterapia.

Ma l’aiuto del dottore non finisce qui: prima, porta il ragazzo a casa propria, poi gli fornisce una sistemazione presso la Casa dello Studente, dove Dabo può proseguire i suoi studi. Ora il ragazzo lavora come mediatore culturale a Cefalù e la sua residenza si trova proprio a casa del dottore, il suo “angelo custode” come lo definisce Dabo.

Questa storia di profonda amicizia ha dato vita a un cortometraggio dal titolo “Apolide” in uscita nei prossimi giorni.

Autore: Redazione

© 2018 - FNOMCeO All Rights Reserved. Via Ferdinando di Savoia, 1 00196 ROMA CF: 02340010582