OMCeO Torino. Sostegno e solidarietà alle donne e agli uomini che protestano per la libertà in Iran

L’Ordine dei Medici e degli Odontoiatri di Torino accoglie l’appello arrivato nelle ultime ore dai medici iraniani residenti a Torino ed esprime il suo sostegno e la sua solidarietà nei confronti delle ragazze e dei ragazzi che in queste settimane in Iran stanno protestando per la morte di Mahsa Amini.

La giovane è deceduta dopo essere stata arrestata per non aver indossato correttamente l’hijab, il velo obbligatorio per le donne in Iran. La “polizia morale” è accusata dalla famiglia e dalle forze di opposizione al regime di aver ucciso Mahsa.

La protesta, che prosegue da oltre due settimane nelle principali città iraniane, vede protagonisti centinaia di migliaia di giovani, scesi nelle piazze per chiedere il rispetto dei diritti umani. Le forze di sicurezza stanno reprimendo le manifestazioni con ferocia, ricorrendo alle armi da fuoco e alla forza e causando decine di morti.

“Come medici, anche nel rispetto dei principi di solidarietà, umanità, tutela della salute su cui si fonda la nostra professione – sottolinea il presidente dell’Ordine Guido Giustetto -, riteniamo sia doveroso sostenere le donne e gli uomini iraniani che continuano con coraggio a chiedere libertà, rispetto della vita e diritti e condannare chi pratica la repressione”.

Autore: Redazione

© 2019 - FNOMCeO All Rights Reserved. Via Ferdinando di Savoia, 1 00196 ROMA CF: 02340010582

Impostazioni dei Cookie.