Quando la sanità fa notizia. La FNOMCeO su radio e tv

Si apre all’insegna della violenza contro i medici anche questo 2020: dopo i due attacchi nei primi due giorni dell’anno ieri, sempre a Napoli, un’altra dottoressa è stata aggredita da un paziente psichiatrico. Il Presidente della FNOMCeO, Filippo Anelli, ha chiesto interventi di carattere legislativo e organizzativo: l’accelerazione dell’iter della Legge attualmente ferma alla Camera, la convocazione dell’Osservatorio presso il Ministero della Salute per la revisione della Raccomandazione n° 8; e poi, l’ampliamento della procedibilità d’ufficio, la ricollocazione degli ambulatori di guardia medica in ambiente protetto, l’istituzione, presso ciascun pronto soccorso, di un presidio fisso di polizia.

“Appare urgente – ha affermato – fronteggiare con strumenti efficaci il tema dell’aggressione ai medici e al personale sanitario in servizio, con un piano comprensivo di interventi, che contempli anche misure di sicurezza come videosorveglianza a circuito chiuso negli spazi comuni e altre misure di protezione”.

Molto riprese le sue parole, che, rilanciate da tutte le Agenzie di stampa, sono riecheggiate in tv, alla radio, sui quotidiani. Primo, il Tg5 delle 20, che ha dedicato all’episodio di Napoli un ampio servizio, replicato in tutte le edizioni del Tgcom24 e poi nel Tg5 delle 7:20 e nelle Direttissime di Mediaset.

Per la radio, hanno fatto riferimento alla FNOMCeO Radio 24 (nella trasmissione La Zanzara e poi nel Gr) e, questa mattina, i Gr della Rai, che sono andati a intervistare il Presidente Anelli. Notizia di apertura, quella di Napoli, anche per tutti i quotidiani nazionali. A questo link la rassegna stampa di oggi.

A cura dell’Ufficio Stampa FNOMCeO

Autore: Redazione

© 2019 - FNOMCeO All Rights Reserved. Via Ferdinando di Savoia, 1 00196 ROMA CF: 02340010582