Quarant’anni SSN: La conquista di un diritto, un impegno per il futuro

FNOMCeO
Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici
Chirurghi e degli Odontoiatri

Comunicato Stampa

Quarant’anni SSN: La conquista di un diritto, un impegno per il futuro
Appuntamento a Roma, Hotel Plaza, Via del Corso 126, il prossimo 15 novembre dalle 10 alle 16,30

 A quarant’anni dalla nascita, il Servizio Sanitario Nazionale risponde ancora ai principi fondamentali di universalità, uguaglianza, equità? E le crepe che comincia a mostrare sono cedimenti fisiologici, dovuti all’età, ai quali è semplice rimediare, o minano nel profondo la sua stessa struttura e la sua sostenibilità? Si entrerà subito nel vivo delle questioni, il 15 novembre all’Hotel Plaza di Roma, nel corso del Convegno organizzato dalla Federazione nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri e dedicato ai “Quarant’anni del Servizio Sanitario Nazionale – La conquista di un diritto – un impegno per il futuro”.

I lavori si apriranno infatti, alle 10, con un’intervista al presidente della Fnomceo, Filippo Anelli, per voce di Francesco Giorgino, giornalista politico, conduttore del Tg1, editorialista e docente universitario.

“Dopo quarant’anni ci ritroviamo uno strumento, tra i pochi nel suo genere, in grado di garantire a tutti i cittadini elevati livelli di tutela della salute individuale e pubblica, con indicatori di salute tra i migliori al mondo – afferma Anelli -. Tuttavia, nonostante le buone performance del nostro SSN, alcune lacune sono evidenti. Occorrono dunque interventi efficaci, di natura economica e strutturale, per scongiurare la sua definitiva compromissione”.

“È necessaria una riforma – chiosa Anelli – che possa restituire fiducia agli operatori sanitari, riconoscendo loro maggiore responsabilità nei processi di gestione e maggiore autonomia nei processi di cura, attraverso la definizione di un nuovo ruolo capace di garantire la salute dei cittadini e allo stesso tempo di farsi carico della sostenibilità economica del sistemaMa serve anche una riforma volta a ricucire la frattura tra nord e sud e a colmare tutte le diseguaglianze nell’accesso al diritto alla salute. Solo un’opera di redistribuzione può rimuovere una contraddizione che rappresenta un vulnus nazionale, che mina alla base lo sviluppo economico e sociale di tutto il Paese”.

Se ad Anelli spetterà la prima battuta, a raccogliere e rilanciare la palla saranno, nel corso della giornata, tutti i principali attori della sanità italiana, che si alterneranno sul palco per poi dialogare nelle due Tavole Rotonde, moderate da Gerardo D’Amico, giornalista di Rainews24, e dedicate al futuro della sanità e al ruolo delle diverse professioni, ciascuna con le sue peculiari competenze, nei sistemi sanitari. Molti gli ospiti e invitati di rilievo, dal Presidente della Camera dei Deputati, Roberto Fico, al Presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte, al Ministro dell’Istruzione Università e Ricerca, Marco Bussetti, al Sottosegretario di Stato alla Salute, Armando Bartolazzi, su delega del Ministro Giulia Grillo, al Sindaco di Roma Virginia Raggi, a rappresentanti delle Istituzioni, della Politica, dell’Università, delle Professioni, delle Associazioni di Cittadini. Tra i momenti centrali della giornata, la proiezione di un docufilm celebrativo di questi ultimi quarant’anni anni di storia della nostra sanità, e la presentazione di uno Studio Censis-Fnomceo sul Servizio Sanitario Nazionale, commentato dal Presidente dell’istituto di ricerca, Giuseppe De Rita, e illustrato dalla responsabile dell’Area Salute Ketty Vaccaro.

La Stampa è invitata. Per una migliore organizzazione, si prega di accreditarsi presso l’Ufficio Stampa, ai recapiti indicati in calce.

Ufficio Stampa Fnomceo
informazione@fnomceo.it
06/11/ 2018

Autore: Ufficio Stampa FNOMCeO

© 2018 - FNOMCeO All Rights Reserved. Via Ferdinando di Savoia, 1 00196 ROMA CF: 02340010582