Ricorso FNOMCeO – Antitrust: udienza al Consiglio di Stato

COMUNICATO STAMPA

Il ricorso proposto dalla FNOMCeO contro la sanzione inflitta dall’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato per le norme deontologiche che regolano la pubblicità informativa dei medici e degli odontoiatri è giunto ieri al suo round finale.

All’udienza svolta davanti alla VI sezione del Consiglio di Stato, i legali della Federazione hanno illustrato le peculiarità e la delicatezza dell’informazione pubblicitaria in un settore quale quello delle prestazioni mediche e odontoiatriche, inflazionate da messaggi suggestivi che generano bisogni svianti e di grave nocumento per la salute. Un acceso confronto tra chi vede la deontologia come una riviviscenza corporativistica e vuole una completa deregolazione della professione in favore del mercato e chi invece invoca la peculiarità del ruolo della deontologia medica anche nell’ambito della pubblicità a tutela del diritto alla salute.

Ai Giudici di palazzo Spada tocca ora il difficile compito di stabilire se il diritto alla salute costituzionalmente garantito, che le norme della deontologia mirano a tutelare in un ambito connotato dall’asimmetria delle parti, receda alla libera iniziativa economica tutelata dall’art. 41 della Costituzione ovvero come possano essere declinati deontologia medica e mercato.

Autore: Redazione FNOMCeO

© 2019 - FNOMCeO All Rights Reserved. Via Ferdinando di Savoia, 1 00196 ROMA CF: 02340010582