• Home
  • Articoli slide
  • Savona, Andrea Costa incontra i medici: “Le pandemie si vincono facendo squadra”

Savona, Andrea Costa incontra i medici: “Le pandemie si vincono facendo squadra”

Savona, 6 agosto 2021. – Assumere, sin da subito, i medici negli Ospedali, permettendo loro, nel contempo, di iscriversi in sovrannumero alle Scuole di Specializzazione. È questa la proposta del Presidente dell’Ordine dei Medici di Savona, Luca Corti che, in un incontro degli iscritti con il Sottosegretario alla Salute Andrea Costa, ha evidenziato la grave carenza di specialisti e di medici di medicina generale che affligge la provincia, la regione Liguria ma anche molte aree del territorio nazionale. Al centro dell’attenzione anche la situazione degli Ospedali e del Territorio durante la pandemia di Covid, quella delle Rsa e dei Centri trasfusionali.

“Mancano i medici di medicina generale e gli ospedalieri, soprattutto nelle zone periferiche, come può essere Savona, ma anche nelle grandi città – ha affermato Corti -. Apprezziamo l’aumento delle borse di specializzazione e di quelle per la medicina generale, ma occorrono provvedimenti straordinari per i prossimi quattro-cinque anni, nell’attesa che si formino gli specialisti”.

Il Sottosegretario Costa si è detto pronto a raccogliere tutti gli stimoli e le sollecitazioni. “Sono io che ho bisogno di voi – ha affermato -, di persone competenti che mi sottopongano le problematiche. Dobbiamo avere il coraggio di trasformare in ordinario tutto ciò che di buono è stato possibile fare in un momento straordinario come quello dell’emergenza Covid. L’obiettivo di ognuno di noi è dare le risposte di cui il cittadino ha bisogno”.

E proprio con un “grazie” a tutto il personale del Servizio Sanitario Nazionale, “da un anno e mezzo in prima linea”, si era aperto il suo intervento. “Non dobbiamo perdere occasione per ricordare il loro operato e mostrare gratitudine” ha ammonito Costa, che ha ricordato come “le pandemie si possano vincere se si fa lavoro di squadra”.

Infine, un cenno alle disuguaglianze di salute che ancora persistono nel nostro paese, e la richiesta di un ruolo più incisivo per il Ministero della Salute.

“C’è una grande disomogeneità sul nostro territorio nazionale – ha concluso Costa – la regionalizzazione in alcune aree ha prodotto risultati positivi, in altre meno. A livello centrale dobbiamo svolgere un ruolo di maggior regia a livello di obiettivi e programmazione. Anche la condivisione dei dati deve essere maggiore”.

Tra gli interventi, anche quello del Vicepresidente dell’Ordine, Edmondo Boschi, e del Segretario, Teresiano Defranceschi. Costa si è accomiatato con la promessa che quello di oggi sarà solo l’inizio di un percorso di collaborazione e ascolto dei medici savonesi.

Ufficio Stampa Michela Molinari
informazione@fnomceo.it

Autore: Redazione

© 2019 - FNOMCeO All Rights Reserved. Via Ferdinando di Savoia, 1 00196 ROMA CF: 02340010582