Spot e azioni giudiziarie contro medici accusati di malpractice

Spot e azioni giudiziarie contro medici accusati ingiustamente di malpractice L’interrogazione pone in evidenza la sempre più diffusa presenza sui giornali di pubblicità di studi legali o di associazioni di consulenza medico-legale che invitano a rivolgersi ai loro servizi per fatti di malasanità. L’interrogante rileva che tutta l’attività dei medici italiani è drammaticamente gravata dall’incremento continuo delle richieste risarcitorie e da un contenzioso medico-legale a dismisura che toglie agli operatori sanitari ogni possibilità di sereno svolgimento della propria attività professionale. Tali messaggi pubblicitari sempre più diffusi sulla stampa non consentono di distinguere la complicanza dall’errore professionale e al tempo stesso veicolano l’idea che ogni prestazione sanitaria non seguita da guarigione sia ascrivibile a malasanità e sia automatica fonte di lauti risarcimenti, per di più senza alcun esborso economico. Si chiede quali iniziative, per quanto di competenza, i Ministri interrogati intendano assumere nel più breve tempo possibile, anche sul piano normativo, in merito a quanto esposto in premessa, tenendo anche conto delle legittime e diffuse preoccupazioni espresse da società scientifiche, sindacati, ordini professionali e associazioni di cittadini.

A cura di Marcello Fontana- Ufficio Legislativo FNOMCeO 

Autore: Marcello Fontana - Ufficio Legislativo FNOMCeO

© 2019 - FNOMCeO All Rights Reserved. Via Ferdinando di Savoia, 1 00196 ROMA CF: 02340010582