• Home
  • Articoli in evidenza
  • Un corso FAD sulla violenza contro i medici. Intervista a Roberto Stella, coordinatore dell’Area Strategica Formazione

Un corso FAD sulla violenza contro i medici. Intervista a Roberto Stella, coordinatore dell’Area Strategica Formazione

Ci sarà anche la storia vera del molestatore seriale, fatto arrestare grazie a una chat tra colleghe di guardia medica ideata dalla dottoressa Caterina Rotunno tra i casi di studio del nuovo corso Fad della Fnomceo, che sarà dedicato alla violenza contro gli operatori sanitari, alle strategie di prevenzione e all’analisi dei dati. Il corso, che tratta una tra le ‘tematiche di interesse nazionale’ del programma Ecm, sarà on line sulla piattaforma Fadinmed dai primi di ottobre, e sarà presentato il 13 settembre a Bari al Teatro Royal nell’ambito della Giornata contro la violenza sugli operatori sanitari. A promuoverlo, il Coordinatore dell’Area Strategica Formazione, Roberto Stella. Lo stesso Stella sarà poi tra i protagonisti delle Giornate sulla Formazione, che si svolgeranno, sempre a Bari, il 14 e il 15. A lui abbiamo chiesto qualche anticipazione.

Perché un corso Fad sulla violenza contro i medici?

La Fnomceo sta da tempo sollecitando le istituzioni competenti a intervenire, con gli strumenti a disposizione e individuando nuove soluzioni, per arginare il drammatico fenomeno della violenza sugli operatori sanitari, che si sta concretizzando in una vera e propria emergenza di sanità pubblica. Tra le varie iniziative è stato realizzato un corso di aggiornamento FAD rivolto a tutti gli iscritti ai nostri albi, nella considerazione che informazione, formazione ed aggiornamento professionale siano gli strumenti principali per una buona sanità e per una crescita culturale della professione.  Obiettivo del corso FAD, centrato su un dossier e cinque casi di pratica quotidiana che rispecchiano  situazioni realmente accadute,  è quello di sensibilizzare medici e odontoiatri sul tema della violenza subita dagli operatori sanitari, sottolineando l’importanza della denuncia dei fatti e quella di non sottovalutare mai alcun comportamento violento, sia esso verbale, fisico o psicologico.

Quando sarà disponibile il corso?

Il corso sarà online da inizio ottobre per 12 mesi. Completamente gratuito, come del resto gli altri corsi Fad della Fnomceo, avrà una durata di otto ore ed erogherà otto crediti Ecm, grazie al meccanismo di premialità innescato dalla decisione della Commissione nazionale di includere la gestione delle situazioni che generano violenza nei confronti degli operatori sanitari tra le tematiche di interesse nazionale del sistema Ecm.  Oltre a frequentare il corso, a risolvere i ‘casi’ e a rispondere il questionario, gli utenti potranno, in via facoltativa, partecipare a un forum di discussione dedicato.

E quali saranno gli argomenti principali?

Innanzitutto, il dossier definirà la violenza nelle sue diverse manifestazioni, per insegnare a riconoscerne anche le forme più subdole. È necessario dare un nome a comportamenti che, spesso, vengono sottovalutati e non denunciati. Si passerà poi ad esporre i dati ad oggi disponibili del fenomeno della violenza contro gli operatori sanitari, a livello nazionale ed internazionale.

Si analizzeranno quindi i principali fattori di rischio, i motivi che innescano gli episodi di violenza e i setting più a rischio, con un focus sui pronto soccorso e sui reparti psichiatrici, e poi le conseguenze fisiche e psichiche degli abusi.

Altro tema importante affrontato sarà quello della prevenzione: si valuteranno, alla luce delle migliori evidenze scientifiche, le strategie di prevenzione delle istituzioni pubbliche. Un intero capitolo sarà dedicato alla normativa e alla giurisprudenza. Infine, analizzeremo un setting particolare: la tutela degli operatori sanitari impegnati in missioni in contesti di guerra.

Infine, ci saranno i ‘casi’…

Saranno cinque, ciascuno ispirato a una storia vera. Ci sarà l’episodio del ‘molestatore seriale’, in cui si racconterà la storia delle colleghe di guardia medica che lo hanno fatto arrestare tramite la chat da loro creata. Gli altri episodi descriveranno  aggressioni al pronto soccorso, al 118, durante una visita fiscale e  da parte di un’anziana.

La Fnomceo è provider standard Ecm. Come stanno andando i corsi Fad disponibili sulla piattaforma Fadinmed?

Il successo è lusinghiero e sempre crescente: sinora sono 115.000 i medici e odontoiatri iscritti alla piattaforma; 28 sono stati i corsi FAD pubblicati per un totale di 6,5 milioni di crediti ECM erogati. Attualmente, per medici e odontoiatri, sono attivi il nuovo corso sulla salute di genere, realizzato dal Gruppo di Lavoro Fnomceo dedicato, quello sui marcatori tumorali e quello sulla salute globale. Sono stati inoltre riaccreditati altri corsi già proposti con grande successo: “La meningite batterica: epidemiologia e gestione clinica”,“Il Codice di Deontologia medica”,  “PNE 2017: come interpretare e usare i dati”, “Allergie e Intolleranze alimentari”, “Vaccinazioni: efficacia, sicurezza e comunicazione”,  “La lettura critica dell’articolo medico scientifico” . Sulla medesima piattaforma sono presenti anche due corsi, “Morbillo e rosolia: epidemiologia, sorveglianza e prevenzione” e “Influenza e anziani”, realizzati da Zadig s.r.l. insieme a un gruppo di lavoro dell’Università di Firenze, grazie ai fondi del Ministero della Salute nell’ambito del Progetto CCM 2015. Questi corsi sono resi disponibili gratuitamente a tutti gli iscritti FNOMCeO e IPASVI.

Michela Molinari, Ufficio Stampa Fnomceo

Autore: Redazione

© 2018 - FNOMCeO All Rights Reserved. Via Ferdinando di Savoia, 1 00196 ROMA CF: 02340010582