• Home
  • Articoli slide
  • ‘Una bufala ci seppellirà?’: cresce l’attesa per campagna shock di Fnomceo

‘Una bufala ci seppellirà?’: cresce l’attesa per campagna shock di Fnomceo

Conferenza stampa il 10 maggio alle 14 in Via Ferdinando di Savoia 1 a Roma

Ancona; Arezzo; Avellino; Bari; Benevento; Bologna; Bolzano; Cagliari; Caserta; Cosenza; Cremona; Foggia; Forlì Cesena; Genova; Lecco; Milano; Napoli; Novara Palermo; Pavia; Ragusa;Ravenna; Roma; Rovigo; Salerno; Savona; Siena;Torino;Trieste; Venezia; Vicenza: sono queste le trentuno città – ma presto potrebbero aggiungersene altre – che, dal 14 maggio in poi, vedremo tappezzate con i manifesti sei metri per tre della campagna ‘shock’ della Federazione nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri (Fnomceo), nata per attirare l’attenzione dei cittadini sui pericoli delle fake news in medicina. Trentuno sono infatti gli Ordini che hanno voluto aderire a questa campagna che mutua le tecniche della pubblicità per sensibilizzare su temi di salute e sanità e che ha tra i suoi punti di forza, oltre al messaggio che farà sicuramente discutere, proprio la partecipazione ‘massiva’ degli Ordini, che reitereranno tale messaggio nelle diverse province di Nord, Centro e Sud.

La Fnomceo  è impegnata già da tempo, da almeno due anni, nella lotta serrata contro le fake news sulla salute – spiega il Coordinatore dell’Area Strategica della Comunicazione, Cosimo Nume -. Tappe importanti sono state l’emanazione del Documento sui vaccini, i corsi per giornalisti, in particolare quelli al ministero della Salute, ‘Perché vaccinarsi’ (2016) e ‘La comunicazione della salute al tempo delle fake news’ (2018), quello proposto, nel 2017, nell’ambito del Festival della Tv e dei Nuovi media di Dogliani, dal titolo ‘Mitologia della salute e false argomentazioni, l’era delle bufale’ e poi, sempre nel 2017, quello di Siena ‘Comunicare in sanità: Relazione di cura e cura della relazione’, tutti accreditati nell’ambito della Formazione professionale continua dell’Ordine dei Giornalisti. Da febbraio, poi, è on line il nostro sito Dottoremaveroche, che nasce con l’intento di mettere a disposizione di tutti, cittadini ma anche medici, buona informazione sulla salute. Ora al nostro arsenale si aggiunge una nuova arma, con un registro completamente diverso, uno stile più provocatorio che mira a colpire, come un pugno nello stomaco, i cittadini, per sensibilizzarli ulteriormente al problema”.

E mentre cresce l’attesa per la presentazione alla stampa della campagna, che avverrà il 10 maggio alle 14 a Roma presso la Sede Fnomceo, in Via Ferdinando di Savoia 1, ne viene finalmente svelato il titolo: ‘Una bufala ci seppellirà?’.

Di seguito, la scaletta della Conferenza Stampa:

 

Conferenza stampa di presentazione della campagna: “Una bufala ci seppellirà?”

Roma, sede Fnomceo, Via Ferdinando di Savoia 1

Giovedì 10 maggio ore 14

Intervengono:

Cosimo Nume: introduce e modera

 14 – 14.15 Massimiliano Valerii Direttore Generale Censis: gli italiani, il web e la salute

14.15 – 14.30 Pierluigi Lopalco : le fake news sui vaccini

14.30 – 14.45 Roberta Villa – Luca De Fiore: “Fear appeal  / ironia provocatoria / comunicazione pacata: i diversi registri della comunicazione della Salute

14.45 – 15.00 Cosimo Nume: le direttrici della comunicazione Fnomceo contro le fake news: sito, corsi per giornalisti, campagna

15.00 – 15.15 Alessandro Conte: l’esperienza di Dottoremaeveroche

15.15 – 15.30 Filippo Anelli: Comunicare Salute L’esperienza dell’Ordine di Bari

15.30 – 15.45 Filippo Anelli La campagna

15.45 – 16.00 Interventi Ordini aderenti

 

Ufficio Stampa Fnomceo:

0636203238 (3371068340- 347 2359608) 

informazione@fnomceo.it 

02 maggio 2018

Autore: Ufficio Stampa FNOMCeO

© 2018 - FNOMCeO All Rights Reserved. Via Ferdinando di Savoia, 1 00196 ROMA CF: 02340010582