• Home
  • Articoli slide
  • Vaccini: arriva il parere favorevole della Commissione Affari Sociali al mantenimento dell’obbligo. Plauso della Fnomceo

Vaccini: arriva il parere favorevole della Commissione Affari Sociali al mantenimento dell’obbligo. Plauso della Fnomceo

Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici
Chirurghi e degli Odontoiatri

Comunicato Stampa

Vaccini: arriva il parere favorevole della Commissione Affari Sociali al mantenimento dell’obbligo
Plauso della Fnomceo

Semaforo verde, dalla Commissione Affari Sociali della Camera, per la soppressione del comma 3 octies dell’articolo 6 del “Milleproroghe”, introdotto durante l’iter parlamentare. Se approvato in via definitiva, il provvedimento avrebbe, di fatto, reso inefficace l’applicazione della Legge Lorenzin sull’obbligo vaccinale, prorogando di un anno il divieto di iscrizione ai nidi e alle materne per i bambini non vaccinati.
Due le principali motivazioni espresse dalla Commissione: la considerazione che “sarebbe sicuramente preferibile rimodulare le disposizioni in materia di prevenzione vaccinale intervenendo con una disciplina organica, attraverso un progetto di legge di iniziativa parlamentare, da esaminare in modo approfondito e compiuto presso entrambi i rami del Parlamento, anziché con una disposizione di proroga inserita nel testo di un Decreto legge dal contenuto molto articolato”.  E quella secondo la quale “la disposizione in oggetto rischia di generare una certa confusione sul piano normativo, anche in considerazione che essa entrerebbe in vigore ad anno scolastico già iniziato”.
Il parere della Commissione XII incassa subito il plauso della Federazione nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e Odontoiatri, che ieri è stata ascoltata in Audizione dalle Commissioni I e V, che stanno esaminando in sede referente il Ddl di conversione in legge del Dl “Milleproroghe”.
“Siamo estremamente sollevati dalla notizia che la Commissione Affari Sociali abbia espresso, in sede consultiva, parere favorevole alla soppressione del comma sui vaccini – commenta il presidente della Fnomceo, Filippo Anelli – e ne condividiamo pienamente le motivazioni. Le tematiche che toccano la nostra salute non possono essere risolte in fretta e furia a colpi di emendamenti a disegni di legge che nulla hanno a che fare con la materia, ma necessitano di riflessioni approfondite e mirate. Inoltre, come anche da noi sottolineato ieri in Audizione, la sospensione della principale sanzione della Legge sull’obbligo vaccinale rischierebbe, in questo momento, di ingenerare confusione nelle famiglie e nelle scuole, erodendo oltretutto la fiducia nelle posizioni della scienza”.
Ora la palla passa alle Commissioni di merito, la I e la V, appunto, che dovranno approvare un emendamento che, di fatto, sopprima il comma 3 octies dell’articolo 6. La volontà delle Commissioni sembra comunque andare in questa direzione: secondo notizie di stampa, gli stessi relatori, i deputati pentastellati Vittoria Baldino e Giuseppe Buompane, avrebbero già presentato un emendamento in tal senso.
“Auspichiamo che le Commissioni I e V recepiscano il parere della Commissione Affari Sociali – conclude Anelli – emendando il provvedimento secondo le indicazioni. Siamo estremamente fiduciosi, anche in considerazione del clima di ascolto e disponibilità a tutelare il bene comune della salute pubblica che abbiamo apprezzato ieri in Audizione”.

Ufficio Stampa Fnomceo
informazione@fnomceo.it
Comunicato  del 5 settembre 2018

Autore: Ufficio Stampa FNOMCeO

Documenti allegati:

© 2019 - FNOMCeO All Rights Reserved. Via Ferdinando di Savoia, 1 00196 ROMA CF: 02340010582