Coronavirus: tutti gli aggiornamenti

“Alla luce della dichiarazione di emergenza internazionale dell’OMS abbiamo attivato gli strumenti normativi precauzionali previsti nel nostro Paese in questi casi, come già avvenuto nel 2003 in occasione dell’infezione Sars. Le misure assunte sono di carattere precauzionale e collocano l’Italia al più alto livello di cautela sul piano internazionale”.
Queste le parole del ministro della Salute, Roberto Speranza, al termine del Consiglio dei Ministri tenutosi oggi, 31.01.2020. Qui un articolo di approfondimento sullo stato di emergenza dichiarato dall’Italia.

In merito al nuovo coronavirus, il Ministero della salute ha creato un sito apposito e ha risposto a una serie di domande tra le più comuni sull’argomento, consultabili a questo link.
Le circolari rilasciate dal Ministero, riportate sul nostro portale qui e qui, sono disponibili ai seguenti indirizzi:

Circolare del 22.01.2020 – Polmonite da nuovo coronavirus (2019 – nCoV) in Cina
Circolare del 27.01.2020 – Polmonite da nuovo coronavirus (2019 – nCoV) in Cina, aggiornamento
Circolare del 03.02.2020 – Indicazioni per la gestione degli studenti e dei docenti di ritorno o in partenza verso aree affette della Cina
Circolare del 03.02.2020 – Indicazioni per gli operatori dei servizi/esercizi a contatto con il pubblico
Circolare del 20.02.2020 – COVID-2019: indicazioni per la gestione degli atleti che provengono da aree affette
Circolare del 22.02.2020 – COVID-2019. Nuove indicazioni e chiarimenti
Circolare del 25.02.2020 – Richiamo in ordine a indicazioni fornite con la circolare del 22 febbraio 2020

Mentre qui è possibile consultare l’informativa urgente del 30.01.2020 che il ministro Roberto Speranza ha rilasciato alla Camera dei deputati.

Epicentro, il portale dell’epidemiologia per la sanità pubblica, mette a disposizione una pagina dedicata.

In allegato il materiale finora disponibile.


Aggiornamento del 03.02.2020
Sono state diffuse dal Ministero due circolari, una contente le indicazioni per la gestione degli studenti e dei docenti di ritorno o in partenza verso
aree affette della Cina,  e una con le indicazioni per gli operatori dei servizi/esercizi a contatto con il pubblico. Entrambe sono disponibili ai link riportati sopra.


Aggiornamento del 06.02.2020
L’Istituto Superiore di Sanità ha appena comunicato alla task-force del Ministero della Salute l’esito positivo del test di conferma su uno dei rimpatriati da Wuhan e messo in quarantena nella città militare della Cecchignola.
Il paziente è attualmente ricoverato all’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani di Roma con modesto rialzo termico ed iperemia congiuntivale.
L’Istituto sta coordinando l’organizzazione della sorveglianza epidemiologica a livello nazionale e supporta i laboratori di riferimento regionali per garantire una prima diagnosi tempestiva. Nei casi di positività al primo test l’Istituto effettua le analisi di conferma comunicandole alla task-force del Ministero della Salute.


Aggiornamento del 07.02.2020
Si è riunita stamattina alla presenza del ministro Speranza la task force sul coronavirus nCov-2019. Nella riunione della task force di oggi è stato confermato che i voli tra Italia e Cina resteranno chiusi così come previsto dall’ordinanza firmata dal ministro il 31 gennaio 2020 e che si continuerà a lavorare per implementare le misure già attivate nelle ultime settimane.


Aggiornamento del 10.02.2020
Tra i 56 rimpatriati da Whuan, due bambini di 4 e 8 anni, con solo alcune linee di febbre, accompagnati dal padre sono stati trasferiti a titolo puramente precauzionale, all’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani di Roma per ulteriori accertamenti. Per il primo dei due, il tampone ha dato esito negativo al test di nuovo coronavirus 2019-nCoV. In corso l’esame sul secondo.

Si è riunita questa mattina la task-force coronavirus 2019-nCoV del Ministero della Salute alla presenza del ministro, Roberto Speranza. Nella riunione si è valutato il rafforzamento della formazione specifica sul nuovo coronavirus 2019-nCov per medici, infermieri e professionisti sanitari, in collaborazione con tutti i soggetti coinvolti tra cui Ministero della Salute, Istituto Superiore di Sanità, INMI Spallanzani e con il contributo fondamentale degli ordini professionali.

Il Ministero ha rilasciato alcuni aggiornamenti alla circolare ministeriale del 01.02.2020, con indicazioni per la gestione nel settore scolastico degli studenti di ritorno dalle città a rischio della Cina.


Aggiornamento del 13.02.2020
Dopo l’intervento della presidenza croata e dei due commissari che hanno aperto il consiglio dei ministri della Salute dell’Unione europea, Stella Kyriakides e Janez Lenarčič, è stata data la parola al ministro della Salute, Roberto Speranza in quanto Paese proponente la riunione. Speranza ha dichiarato nel suo intervento che “abbiamo a che fare con un problema serio che non possiamo in alcun modo sottovalutare”. “L’Europa – ha proseguito il ministro della Salute nel suo intervento a Bruxelles – deve dare una risposta forte e coordinata per evitare la diffusione del virus. Insieme possiamo farcela ma serve prudenza, attenzione e molto coraggio”.


Aggiornamento del 16.02.2020
Si è riunita questa mattina la task-force su Covid-19 del Ministero della Salute alla presenza del ministro, Roberto Speranza. È stato fatto il punto delle procedure e dei controlli relativi a tutti gli italiani rimpatriati finora da Wuhan che procedono tutti regolarmente. Si è dato mandato al tavolo tecnico-scientifico di valutare le procedure sanitarie da mettere in atto per l’eventuale ritorno degli italiani a bordo della nave da crociera Diamond Princess ferma in Giappone.
Il tavolo ha esaminato i numeri riferiti dalla Protezione Civile dei controlli finora effettuati nei porti e negli aeroporti italiani: oltre 1 milione e 200mila i passeggeri a cui è stata controllata la temperatura dall’inizio dello screening negli aeroporti; oltre 54mila i passeggeri e 20mila i membri degli equipaggi controllati dalle navi e oltre 3300 i medici, gli infermieri e i volontari impegnati nei controlli.
A questo link è possibile scaricare le seguenti immagini video.


Aggiornamento del 17.02.2020
ISS e Ministero della Salute hanno messo a disposizione un decalogo per curare l’“infodemia” legata al Sars-Cov-2 in luoghi ‘di passaggio’ come gli studi medici o le farmacie. A questo link tutte le informazioni.


Aggiornamento del 20.02.2020

Si è svolta questa mattina, alla presenza del ministro della Salute, Roberto Speranza, la task-force sul Covid-19. È stata analizzata la situazione epidemiologica anche con analisi previsionali.

“L’Italia ha tenuto sin dall’inizio un approccio ispirato alla massima precauzione – ha affermato il ministro Speranza – continueremo su questa strada. Per questo i voli sono, e restano, sospesi e si mantengono in vigore tutte le misure predisposte che assicurano un livello di sicurezza adeguato rispetto a tutte le valutazioni epidemiologiche. Non abbassiamo la guardia”.

Tra i temi esaminati dalla task-force le procedure di rientro degli italiani a bordo della nave Diamond Princess, quello dei controlli negli aeroporti, con oltre 135mila passeggeri a cui è stata verificata la temperatura nell’ultima giornata, e la predisposizione negli scali italiani di distributori di gel a base alcolica per l’igiene delle mani.


Aggiornamento del 21.02.2020
A seguito della riunione mattutina del comitato tecnico scientifico che ha approfondito le segnalazioni di nuovi casi di coronavirus Covid-19, il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha provveduto ad emanare una nuova ordinanza. Essa prevede misure di isolamento quarantenario obbligatorio per i contatti stretti con un caso risultato positivo. Dispone la sorveglianza attiva con permanenza domiciliare fiduciaria per chi è stato nelle aree a rischio negli ultimi 14 giorni con obbligo di segnalazione da parte del soggetto interessato alle autorità sanitarie locali.


Aggiornamento del 24.02.2020
“Il nostro Servizio Sanitario è all’altezza della situazione e la risposta che stiamo dando è rapida ed efficace come affermato dalla Commissaria europea, Stella Kyriakides, con cui sono in costante collegamento”. Lo ha dichiarato il Ministro della Salute, Roberto Speranza, a margine della riunione della task force svolta nella sede della Protezione civile.
“Ho chiesto a Walter Ricciardi, membro italiano del comitato esecutivo dell’OMS, di coordinare le nostre relazioni con gli organismi sanitari internazionali. Dobbiamo affrontare con metodo coerente e basato sull’evidenza scientifica una sfida che deve vedere unito tutto il Paese” – ha aggiunto Speranza.

“È indispensabile che ci sia un solo centro di coordinamento per la gestione dell’emergenza in cui siano pienamente coinvolte tutte le regioni e con la guida del nostro coordinamento scientifico. Così sta funzionando, come dimostrano le ordinanze firmate nella giornata di ieri. Non servono scelte unilaterali di singoli territori”. Così il ministro della Salute, Roberto Speranza, a margine della task-force nella sede della Protezione Civile.


Aggiornamento del 27.02.2020
Aggiornato il decalogo dei comportamenti da seguire, disponibile in allegato.

Autore: Redazione

© 2019 - FNOMCeO All Rights Reserved. Via Ferdinando di Savoia, 1 00196 ROMA CF: 02340010582